assenza e lontananza

La vita cambia di botto quando una persona cara esce all’improvviso e completamente dalla tua.
 Mica deve per forza morire: può essere che ti abbandoni , o che sia tu a doverle assolutamente sfuggire , o che insieme si decida di tagliare di netto per salvarsi (dicono che succeda).
Se si condivideva il quotidiano, tutto viene stravolto: ritmi, abitudini, tante cose non le farai più e sarai libera di farne altre. Ti sembrerà strano guardarti un film da sola e aver invece voglia di commentarlo con quella persona, per esempio, ricordando le volte che ti riusciva di uscire per conto tuo e come vivevi quei momenti: intimi e personalissimi ritagli di libertà.

In qualche modo, il cambiamento coatto segna un confine (ma forse coatti, i cambiamenti, lo son sempre).

Se al contrario non ci vivevi assieme, o vicino,  è sì  tutto diverso, maledizione, senza però che nulla cambi. Uno straniamento, una schizofrenia che a me manda in tilt.
 
Chi è lontano in chilometri pur essendo molto vicino sentimentalmente te lo porti sempre dietro: annoti senza volerlo ogni particolare per poterglielo raccontare, telefonare, scrivere. Una presenza sotto pelle. Una buona qualità di vita permette di tenere il passo di un amore grande  e la lontananza è un filo di oro e acciaio che lega, sei sicura che in ogni momento sia con te come un diamante piantato in mezzo al cuore.
Forse per questo motivo ho avuto amori sempre lontani; almeno finché ho potuto, cioè fino al figlio; confesso che in quel caso la coabitazione mi era stata quasi imposta dal padre, al quale sarò sempre grata per avermi fatto scoprire che è possibile godere della quotidianità condivisa, bisticciando con amore.
E ho anche capito perché ci si può legare tanto ad alcuni amici di blog, mai visti di persona: grazie a loro, a voi, le antenne son sempre sintonizzate.
Mi mancate affettivamente ed intellettivamente.

Bè. Due mesi fa o poco meno avevo iniziato una relazione che prometteva essere amorosa. Tra l’altro, sarebbe stato il primo fidanzato veronese. Un mese: non ha retto alla prima prova. O non abbiamo retto.
(BRUM… la battutaccia… evitala ché non posso risponderti… non fare il furbo!)
Già, perché il problema con Splinder non è risolto (mi han risposto anche grazie al vostro intervento, ma forse non dipende da loro); anzi, si è aggravato, dato che mi ha abbandonato il monitor.
Infatti, sto usandone uno preso in prestito.
 

  Ciaociao!! 
 

  .. Cosa che non avviene se non ci vivevi assieme, o vocino. .

18 pensieri su “assenza e lontananza

  1. Il vuoto di una perdita resta dentro per sempre, con il tempo si impara a non pensarci tutti i momenti, ma lo sai che è lì.
    Ciao Dani

  2. Lo straniamento che si prova di fronte ad una perdita subita di qualcuno con cui avevi un forte legame che prescindeva dalla vicinanza fisica è fortissimo, molto di più di quando sei costratta solo a cambiare delle abitudini. Quelle erano tali, ti possono mancare ma ci si accomoda , anche se  a fatica, nella nuova quotidianità. Ma il filo che lega questi rapporti così forti non è sparito, c'e' sempre e sta dentro di te. Continuerai a pensare e ad osservare tutto in relazione a come avresti potuto raccontarlo a lui/lei e continui ad immaginarti anche le risposte. O forse no. Le risposte ci sono e tu le sai. Manca la fisicità e questo è un gran dolore, ma tutto il resto è con te e ci non lo perderai mai.
    Anche tu mi manchi.

  3. Mi dispiace per la tua storia, Lillo. Tutti avremmo bisogno d'amore, di un amore completo e, perché no, anche divertente; ma il rapporto tra due persone è sempre complicato, è difficile comunicare, oppure siamo noi troppo complicati per farci capire. Ma quando il rapporto non funziona dobbiamo trovare altri obiettivi per continuare a vivere, cosa nemmeno questa facile, io è già da un mese che faccio analisi, anche se non mi piace e mi fa star peggio!
    Per il tuo problema con splinder, bisognerebbe proprio capire cosa non va nel pc, anche se splinder cose strane ne fa: l'altro giorno non mi era possibile rispondere a un pvt ed ero costretto a lanciare un nuovo messaggio per comunicare.
    A risentirci, speriamo presto, anche su questi schermi.

  4. Umpf. Così mi castri… ecco.
    E pensare che ti volevo fare i complimenti per il bellissimo post d'amore, questa volta (serio…).
    Un abbraccio. Farti un altro nick, nel frattempo (ripeto…)? 

  5. Ciao, sono Gus.
    Ho letto su Soluzioni il tuo problema sui commenti.
    Fai così: INTERNET EXPLORER Clicca con il tasto destro del mouse: Vai su proprietà e clicca. In alto scegli privacy e clicca. Vai al blocco popup che sicuramente è attivato. Clicca su impostazioni. Trovi: Indirizzo sito web a cui consentire i popup. Aggiungi http://www.splinder.com e anche il tuo sito: http://persemprepermai.splinder.com
    Se vuoi puoi aggiumgere anche altri siti che ti creano problemi. Parlo in generale e non solo dei blog.

  6. E' assurdo come un problema del genere duri da così tanto tempo 
    Se non dipende da loro da chi dipende? Ti ri-suggerisco di creare un altro account, e gestire questo blog e tutto il resto.

    Riguardo al post..non sempre la lontananza lega, a meno che l'affetto sia già "maturo" e prima ancora profondo. Sei la prima che conosco a preferire la lontananza nei rapporti amorosi..
    Ci manchi anche tu….

  7. Eh…che corse e che speranze e che sogni e finchè durano, viviamo quell'attimo.
    Eh…

  8. vorrei tanto abbracciarti forte forte, e invitarti a stare un po' da me.
     Riguardo a mancanze e situazioni che non reggono nemmeno con la colla ne parleremo per ore, ma non ne vale la pena, se non per sfogarsi un po'.ù
     mi sa che ci sentiremo..

  9. Cara Dany alcune cose finiscono perchè forse non è il caso di continuarle,parti con entisiasmo e poi ….nessuno in realta' si perde…a meno che come nel mio caso vorresti sinceramente perderne persino le tracce…anche le ferite d'amore possono guarire e il tuo cuore aprirsi a nuovi orizzonti..la tragedia è quando le persone non ci sono piu' e ti mancano tremendamente…a tutto c'è rimedio..fuorchè la morte…un bacio

  10. "Houston, cioè Splinder, abbiamo un problema, non riusciamo a comunicare, come mai?" A me è successo la settimana scorsa, non mi partivano i commenti e neppure i pvt. Ho pensato dapprima ad un  guasto o un virus del pc, poi ho controllato se avevo pagato la bolletta. Niente di tutto ciò, colpa di Splinder!
    Il tuo problema è comune a tanti, anzi direi che proprio tutti dobbiamo fare i conti con le assenze, le mancanze ecc….Lo spazio di un commento è troppo poco per andare a fondo,  Bisogna capire il perchè, distinguere tra le mancanze per morte e quelle per abbandono,  sulle strategie a seguire per venirne fuori. Bisogna riuscire a convertire la "separazione-frustrazione"  in "separazione-operazione attiva", cioè concedersi un certo tempo per elaborare l'infelicità, farsene una ragione e prendere l'iniziativa per trovare una soluzione che ci permetta di reagire piuttosto che lasciarsi andare.
    Ma mi fermo qui, starai già sbadigliando e io non sono tanto sicura che terrò ancora gli occhi aperti (prego notare l'ora, non dire che non mi preoccupo per te.)
    Però posiamotornare sull'argomento.
    Abbraccione soporifero

  11. Compera un pc …. anche USATO! …. da evitare i "morosi" già usati!..:))))))
    intendo dire quelli che vengono mollati!!!! …AUGURI anche al Mostrillo

  12. Ci sono vuoti, difficili da ricolmare. Forse é meglio che rimangano così.
    Sostituiresti un quadro di Raffaello, che so "La Madonna col cardellino", che per ragioni misteriose ti é stato sottratto, con il "Ritratto di villano" di Teomondo Scrofalo?
    Sono occasioni per rimescolare i ricordi e cosa c'é di meglio che un'ombra sul muro?

    Per il misterioso caso dei mancati commenti, dopo le tempeste informatiche che ho attraversato sono proprio l'ultimo che può parlare.
    Affidiamoci a San Processore da Cupertino.

  13. A un certo momento della nostra esistenza c'è un impaccio

    che è lontananza.

    Nelle azioni no, in quelle può essere determimante il movimento.

    Andiamo a lavorare, non facciamo mancare niente

    ai nostri cari. Facciamo anche carità.

    La lontananza è una non presenza.

    La presenza è come uno guarda i suoi bambini, come

    uno guarda la moglie o il marito,

    come uno guarda il passante, i colleghi d'ufficio,

    i compagni, l'amicizia.

     

  14. Ti rimando i miei saluti, cara Daniela! E ti ripeto che mi mancano i tuoi commenti: PROVVEDI!!!!

  15. hi dee hi persemprepermai.altervista.org owner found your blog via yahoo but it was hard to find and I see you could have more visitors because there are not so many comments yet. I have found website which offer to dramatically increase traffic to your blog http://xrumerservice.org they claim they managed to get close to 1000 visitors/day using their services you could also get lot more targeted traffic from search engines as you have now. I used their services and got significantly more visitors to my site. Hope this helps :) They offer most cost effective backlinks service Take care. Jason

I commenti sono chiusi.