per girar pagina (da qualche parte bisogna pur)


 

Ecco l’aggiornamento.
 Sono dell’anno scorso,
ché questo non ho 
tanta voglia di fare la
 cretinetti
(semmai aggiungerò una fotina in seguito).

           ……………..…….……….………………..…….…….……..…….

. . ..... . . ..       

RI-AGGIORNO  IN  LOCO : 

Allora, già che si è in tema di carnevalate, facciamo un salto in Parlamento:

Ma voi, a proposito delle famigerate quote rosa , cosa ne pensate?
Intendo: una donna gestirebbe diversamente il potere?  Sarebbe meno corruttibile?
 
Al di là dei luoghi comuni sia pur sensati del tipo ‘Ci son buoni e cattivi da ambo le parti’ , o ‘Le donne hanno una marcia in più perché abituate ad organizzare eccetera’ oppure ‘Hanno una marcia in meno perché si sentono già nobilitate dal fatto di esser donne e quindi bla…’. E ok che sarebbe meglio il 50, e che sono oserei dire umilianti, e che però da qualche parte si deve pur.
Avete esempi concreti da portare?
 
Penso che parecchie donne in gamba e competenti nel lavoro, anche politico,  si trovino a far conti stretti con l’organizzazione di un paese che non è per donne, perciò qualche proposta concreta sul come farlo funzionare meglio potrebbe essere messa in atto, e così iniziare davvero il cambiamento. Dalle cose quotidiane.
 
A fagiuolo, prendiamo l’integrazione razziale: chi, più delle mamme, dopo il lavoro, si trova a condividere chiacchere e merende ai giardini e a casa di una o dell’altra tra compagni di scuola Islamici o Indiani o Filippini o Centrafricani? (Ma i Cinesi… ?) Con conseguente contatto reale coi problemi pratici, più che di principio.
 
Però.. però.
 
Io ho un po’ il pallino della criminalità organizzata che strangola le istituzioni. Mi domando se le donne potrebbero venirne a capo diversamente.
 
Voi che ne dite?   
E se sì, perché?  Come?
    
   

          

50 pensieri su “per girar pagina (da qualche parte bisogna pur)

  1. al massimo ci porto i cuccioli ma …
    io è da anni che non faccio carnevale

  2. massì, quest'anno mettiamoci al risparmio.
    Poi parla uno che del carnevale non gli é mai importato una cippa cosmica.
    Mai piaciuta come festa e mai divertito.
    Faccio già il cretino per 364 giorni agratis per di più, lo debbo fare anche a comando, mi passa manco pa 'a capa.

  3. Ehi, mma te la mai detto nessuno che il tuo naso…..beh è un po' strano!

    Anche a me Carnevale non è mai tanto piaciuta come festa! Forse quando avro' tolto ogni brandello di maschera dal mio volto , potrò giocare a rimetterla!

  4. il carnevale è per i bimbi … noi grandi meglio lasciar perdere … per noi è carnevale tutti i giorni …

  5. Stai dicendo che quella che stai mostrando qui è la tua parte intelligente? Andiamo bene….

  6. Come aggiornamento è proprio da una fuori classe: con le foto dell'anno scorso….

    (non sono mai contenta, dirai tu… e c'hai pure ragione)

  7. …ho poco voglia … metterò insieme qualche foto dei carnevali passati, anche se ne ho già postati a josa.

    CIAO CIRANA!

  8. Zaag, manco io mi maschero più, ma un baffetto ben curato , le orecchie da vulcaniana, la coda o simili li indosso con disinvoltura.
    Un po'(una quidicina?) di anni fa: >>>>>>
    (ci avevo fatto un post)

    Capeh, io invece, quel 365esimo, faccio la cretina in incognito!

    Egle, cos'ha di strano? La maschera era il cappello!

     Pip, pensa che, non essendo religiosa, a me importa di Natale e Pasqua giusto di riflesso per il piacere degli altri; Il  compleanno.. PFUI; Halloween e Capodanno men che meno; e, in fondo, m'importa poco anche delle ricorrenze civili. Carnevale è l'unica festa che mi piace -a patto che non debba guardare i carri o festeggiarla in un locale. Solo la strada e i coriandoli.

     >>>>>>>>>>>>>

  9.  Brum, lo so, son vanitosa e me ne vanto.

     Feritin, semmai aggiungerò qualche fotina nuova, ok?

     Jouy, ricicla pure, adoro le foto altrui!
    (Indovinato! Mi firmavo Ciranella)

  10. tutti a ragionar di Carnevale.. ma lLiLLOSA ha posto un argomento di quote rosa in parlamento..
    non lo so
      sto passita.
     ammosciata
    il carnevale puah
    ( altra cosa di cui mi fanno sentire in colpa i figli.. ma che facessero come gli pare.)

  11. Titti, il QuoteRosa l'ho aggiunto qualche ora dopo…

    Sei Passita? Allora passerà

  12. Bella domanda Lillo … ho grande stima del nostro sesso … se non ci facciamo prendere da deliri di onnipotenza o a voler emulare gli uomini anche nei loro più infimi difetti, siamo molto in gamba, un mondo politico a maggioranza femminile lo vedo bene, anche in posizioni importanti nell'arma … a me un mondo più rosa piacerebbe … poi mi guardo intorno e vedo una carfagna, mussolini, gelmini, rosy mauro, branbilla, santanchè etc … e le balle che non ho si creano dal nulla e pesano da morire … bisognerebbe passare prima tutti da uno psichiatra bravo … poi forse il mondo rosa sarebbe bello ma anche digeribile …

  13. La domanda che ci si pone noi, altra metà del Cielo, è come mai in politica arrivino sempre e solo le boccucce di rosa….
    certo anche qui si verificano eccezioni, del tipo rosy bindi che nemmeno da uomo sarebbe carina….

    ma uscendo dalla veste carnascialesca e scherzosa, penso di non dire nulla di nuovo sostenendo che il vero potere è in mano femmina.

    La storia insegna che dietro uomini potenti o illuminati ci sono semrpe state donne straordinarie, portatrici di volta in volta di buon senso, intuizione, spregiudicatezza, ardore passione o all'opposto concretezza e prudenza.

    Credo che il vero posto del mondo Donna sia accanto all'uomo, non sopra ne sotto dietro o davanti.
    Spetta all'uomo riconsiderare la preziosa alleanza.

    a voi  accettare di lasciare le prime luci della ribalta a noi ometti veri vanitosi, per cogliere poi il reale successo quando emerge che in fondo il lavoro è stato vostro. 

    Non credo in un mondo totalmente donna, perchè potrebbe poi rivelarsi infido per voi in primis

    serviamo entrambi

    manca ancora un equilibrio più consono

    ma come la rete insegna, manca poco: ormai anche online siete in maggioranza….

    (lo so perchè sono ormai innumerevoli le bastonate piovutemi in capo dal lato rosa della blogosfera….)

    Notte buona MonnaLillo…..

    GB

  14.  Benarrivato, Astro!
    Tu, abituato alle Stelle, non mi parlare di luci della ribalta. Ché quello è uno dei problemi: non si dovrebbe entrare in politica per il quarto d'ora di celebrità, ma per provare a combinare qulcosa di buono per la nazione, cioè per le persone che la compongono, possibilmente tutte.

    Le donne sembrano essere più a contatto con la realtà, magari qualche proposta concreta in più potrebbe arrivare.
    Ma perché dovrebbero essere meno corruttibili degli uomini, mi domando? Che a me pare quello il problema più pesante. Che lega le mani anche a chi vorrebbe far solo bene (Poi, in che modo, dipende dall'appartenenza politica; ma dando per buone le intenzioni) 

  15. non vorrei abusare della tua ribalta debordando con comemnti multipli; lascio solo una precisazione: non parlo di ribalta politica, ma penso in generale a come all'uomo piaccia poter mostrare i muscoli di fronte ad una platea plaudente, perchè così pensa di guadagnar considerazione agli occhi della donna.
    Voi siete meno corruttibili perchè siete le vere muse della corruzione…. ne conoscete tutte le sfumature, pertanto meno vittime.
    noi maschietti ci si compra con due moine, con un sorriso, con un profumo.
    per riuscire a muovere voi, spesso non bastano le montagne….

    di conseguenza guerreggiar con voi è molto arduo e spesso sono le armi non convenzionali che funzionano meglio.
    ecco perchè siete "scomode"

    sono convinto che la vostra visione non può che giovare al sociale ed alla guida di un paese; ma anche voi andate definite, circoscritte, finalizzate.

    noi siamo pettegoli, tutti sesso e calcio…ma voi riuscite a seguire 2018 puntate di beautiful….nessuno è perfetto (da solo) 
    magari insieme potremmo fare molto molto meglio….

    (se poi vuoi guerreggiare, sai che devi solo dirmelo….)

    GB

  16.  ASTRO, deborda a piacimento: mi casa es tu casa.

    Tornando al post:

      Invece io parlo proprio della ribalta politica, mica di quella del parco faunistico. Interessante e spiazzante (e anche un po' desolante) considerare i comportamenti animali come parte dell'avvicendamento politico. Del resto, perché dovrebbe essere diverso che 'fuori'? Però non ci avevo mai pensato.
    (Sul mostrare i muscoli e sbattere le ciglia, si farà un post più divertente, un giorno)

        insieme si, chiaro! Ma mica stiamo parlando di quote azzurre, no? E se capitasse di arrivarci, sarebbe una sconfitta.

      Non parlo di balocchi e profumi, ma di ricatti. 

    •  VOI   chi, scusa?   
     

  17. Io non ne farei una questione di donne e uomini, ma di persone responsabili di vivere fino in fondo il senso della giustizia e del bene comune.
    Non credo che le donne siano più vicine alla realtà di quanto lo siano gli uomini, in generale.
    Io sono un po' all'antica, forse, ma credo che la frase di Astrogigi "spetta all'uomo riconsiderare la preziosa alleanza" mi vada proprio a pennello.
    Ecco se potessi scegliere tra la carriera, la fama, i soldi e il potere sotto le luci della ribalta e una vita passata accanto ad un uomo che mi VEDE e RICONOSCE il valore e l'importanza del mio essere donna nella sua vita e nella vita di una famiglia, non avrei dubbi. Sceglierei una vita "dietro le quinte", perchè saprei che il lavoro , il risultato sarebbe anche merito mio attraverso il riconoscimento delle persone che mi stanno accanto.
    Il ruolo sociale di una madre e di una moglie andrebbe riconsiderato ma per farlo, noi donne, abbiamo bisogni di uomini che ci vedano. che ci aiutino.

  18. Per quanto mi riguarda, idem. Ma queste sono scelte personali, una donna competente e con idee e voglia di lavorare in politica  non dovrebbe essere costretta a scegliere; e le innovazioni che potrebbero permetterle di farlo, in parlamento come in qualsiasi altro posto di lavoro, di sicuro le proporrebbe  lei piuttosto che un uomo -non dico per stronzaggine dell'altro sesso, ma per conoscenza diretta-, su questo penso di essere abbastanza sicura. Rivoluzionerebbe mica solo il parlamento, ma la società intera, dalla cura agli anziani, agli spazi sociali culturali ecc.
    Non è tutto? No, non lo è, chi lo ha detto? Perché, non ci sono urbaniste e economiste e agronome? Per dire. O donne che non sono portate per le cure parentali, e uomini che invece le preferiscono alla giungla lavorativa?

    E comunque si parlava di far politica, non della ribalta dei salotti televisivi.
    E del perché qualcuno pensa che una donna non ricalcherebbe gli stessi schemi, magari per costrizione.

  19. La mia tesi è intrinseca allo sviluppo di questo post: non c'è spazio per un contraddittorio: parti dalla tua idea, resti della tua idea, non ti smuovi dalla tua idea.
    La politica è l'arte del compromesso; qui tu sembri non intender ragione nemmeno per un attimo: ti senti subito touchè quando si parla di clichè stereotipati (beautiful) ma poi ci ricadi parlando di interventi sociali di matrice materna.
    Come gestire in parlamanento una continua sfida alla rivalsa ?
    mettendo il luce i limiti femminili.
    Non i pregi.

    per cui finchè non imparerete a dare a cesare ciò che è di cesare, non vi sarà dato ciò che vi spetta.
    Un tempo troppo sottomesse
    adesso troppo debordanti…
    prima angeli del focolare e madri uber alles
    adesso demoni della rivoluzione dei ruoli, padrone del mondo, salvezza dell'umanità.
    pazienza ci vuole….

    non svegliate l'uomo che dorme….e che finora avete comprato con un ticchettio soave di tacchi a spillo (non li abbiamo inventati noi ometti anche se ne siamo incondizionati ammiratori….)

    La seduzione è donna…..ma va ?

    GUERRAAAAAAAAAAAAAAAAA

    la volete ?
    non c'è problema
    dai che ci si diverte…
    Volete legiferare ?
    sono sicuro che avete ottime idee anche solo perchè nate da punti di vista diversi.

    ma non ricadete nel nostro limite.
    anche noi amiamo essere riconosciuti, anche solo come padri
    (sai come la pensa una donna che ammiro, mia figlia, che sarei sicuro farebbe ottime cose in parlamento)

    baci albeggianti

    GB
     

  20. Ecco, adesso le quote rosa insieme al carnevale!
    E qui trovo grande coerenza: la faccenda delle quote rosa italiane infatti è roba da carnevale, come d'altronde la maggior parte delle iniziative politiche degli ultimi tempi, e anche in questo caso bisogna dire che c'è coerenza..

  21.  Astro:  SGRUNT !  Beautiful a parte, che era una battuta (anche da parte tua, spero) ; Ho parlato di interventi 'materni' perché è in quella veste che le donne sono entrate in parlamento; e loro han proposto le quote.  Sapevo di venire pizzicata, non ha caso ho nominato urbaniste econome agronome ecc.
    Che poi l'idea di dover essere tutelate mi provoca prurito: non sono un panda; cambiamo definizione: cambiamole quote di genere. Che se si arrivasse ad un ribaltamento, gli uomini potrebbero giovarne.

    Ma per il momento non disquisiamo di pro e contro che ce li possiamo leggere in cento blog e giornali;
    Lasciamo stare questa polemica; diamo per scontato che almeno tra noi si parli di parità e non di uguaglianza (chi mai la vorrebbe? Non io);
    Lasciamo fuori di qui le sfide alla rivalsa, per favore: non mi appartengono;
     rimandiamo il discorso tacchi a spillo, che a me piace risvegliare l'uomo che dorme solo a letto.
    Guarda, sorvolo persino su quel  vi sarà dato:  ha in sè l'inflessione della voce del padrone e mi spiace che sia tu a dirlo.

    Possiamo tornare alla mia domanda? Che mi pareva andare in un'altra direzione, proprio alla scoperta dei limiti:

    PERCHE'  MAI  UNA  DONNA  DOVREBBE  ESSERE  ESENTE DA RICATTI  MAFIOSI O ESSER PIU'  DISPOSTA  A  MOLLARE  IL  POTERE DI  UNA  POLTRONA E  IL  BENEFICIO DI  UNA  SUCCULENTA  PENSIONE   IN  NOME  DI  UN  TURN OVER,  ECCETERA?

    L'idea mia era di dare una piega un po' diversa da quelle che normalmente sento. Perpiacere, aiutatemi ad ampliare il mio pensiero.

    Lillo

    Feritìn, tu mi capisci.

      

  22. Ok capo
    lascio il campo
    per me parlare di apritaà, uguaglianza, et similia, non ha senso alcuno dato che il vero potere, ovunque lo detenete voi da sempre

    dovete solo prenderne le misure pubbliche dacchè fino ad oggi è quasi semrpe stato espresso in privato

    per principio, stile eforma mentis, non discuto mai con una donna; al massimo mi pongo come parte pensante partecipe.

    sul fatto che siate più o meno corruttibili, francamente non saprei dire.
    siete prima che donne, esseri umani, veicoli di emozioni necessità ed aspirazioni
    si tratta evidentemente di cogliere il lato sensibile e provare a sfiorarlo
    se abboccate, è fatta con voi come con chiunque altro….

    il potere si sa logora chi non cel'ha

    anche se donna….sai le rabbie fra colleghe…..io lavoro con 1 colega uomo ogni 15 donne in media…e ne vedeo e sento di cotte e di crude….

    fra ometti si è più solidali
    le donne sono belve sorridenti

    dio ci salvi da un governo rosa…

    (adesso tiro giù il blog…..forza Lillo…..sparaaaaaaaaaaaaaaaa.

    (dicono che la vera forza sia nell'intelletto……)

    ciao

    GB

  23. Dio ci salvi da un governo rosa. Non vorrei dover riparlar di quote azzurre.
    Che il vero potere lo detengano le donne mi giunge nuova… se non per i soliti luoghi comuni. Magari è pure vero…
    Perché non mi hanno avvisata?

    Scherzo. Anche per me non avrebbe senso, nel contesto umano.
    Detto ciò, discuti pure con l'essere umano. Se hai qualcosa da dire, certo.
    Sennò, quando e se ti incontrerò di persona, potremo finalmente stare un po' zitti col naso per aria.

    SemperLillo

  24. Forse ti suonerà strano, ma i luoghi comuni hanno spesso un fondamento reale
    non trascurabile, coem del resto anche le favole o i sogni hanno un colelgamento col reale,.

    E poi se la donna oltre al cervello pensante porge al mondo lo charme, perchè no ?

    Non credo sia definibile in termini percentuali la linea di corruttibilità del lato rosa dell'umanità; porbabilmente condividiamo un'equa fetta di questa debolezza; è invece assai più probabile che le modalità con cui questa si espleta siano molto diverse….del resto se a me aprlidi Stelle, mi hai subito in palmo di mano….se io lo faccio con te, non so quanto reggi prima di cadere preda di Morfeo…..

    ahahahhahah

    ciao 
    garzie per l'ospitalità, ma adesso mi defilo prima di essere preda e vittima di un'orda di donne armate della consueta velenosa ferocia….

    Ciao

    GB

  25. Le mie Amazzoni mi hanno abbandonata.

    Il grano di verità contenuto nei luoghi comuni è tritato, montato, emulsionato, tagliato con altro e spacciato per buono da chi se ne vuol giovare.

    In attesa delle Amazzoni, mi defilo anch'io ché il ruolo materno s'impone.

    LillAstro

  26. Ps:
    Ti prevengo:
    Anche questa sul grano di verità e sui luoghi comuni è un luogo comune

    L.

  27. Ho conosciuto manager e dipendenti rosa. Le dipendenti si facevano e si fanno una guerra feroce per le cose più stupide, rasentano spesso il fanatismo e sono molto più bellicose e acide dei maschi. Le manager hanno fatto quasi tutte carriera seducendo vecchietti potenti e sfruttando le loro grazie o le loro conoscenze per acquisire titoli e onori. Quelle che non hanno fatto carriera è meglio evitarle: mordono! Questa triste esperienza mi porta a ritenere che gli uomini di sesso femminile non sarebbero meglio al potere di quelli di sesso maschile. Imporre quote rosa è un po' come esportare la democrazia con le armi. In realtà l'intelligenza, il buon senso, la moderazione, la disponibiltà al dialogo non appatengono a un sesso o all'altro, sono qualità rare e se si riscontrano in qualcuno, donna o uomo che sia, non lasciamoci scappare un essere così dotato. Il dramma è che una persona così in politica non ci si mette proprio.

  28. Sai, tra tutto quello che è stato scritto, mi ha colpito la frase " chè il ruolo materno si impone".
    Non c'e' niente da fare, quel ruolo è storicamente insostituibile, non trovi?. Noi possiamo decidere di non diventare mamme, possiamo scegliere di volere diventare donne che si occupano di politica, urbanistica, economia ma sappiamo, per esperienza che è impossibile fare entrambe le cose, bene! Io lo so per esperienza, certo non sono in politica ma nel mio piccolo, dopo dieci anni che sono mamma e professionista, sono arrivata alla conclusione che BENE come vorrei, non riesco a fare entrambe le cose. E così mi barcameno come meglio posso, la scelta che farei te l'ho già scritta, e per necessità continuo a fare entrambe le cose in qualche modo.
    Noi donne siamo (non dico sia una questione genetica) state educate a prenderci carico delle esigenze di chi ci sta vicino (e di questo sono felice), spesso leggendo tra le righe di cose non espresse chiaramente. Empatia, non so dare un termine preciso a questa cosa. Ma sai di cosa parlo, no?
    E da quando abbiamo provato a staccarci da questo ruolo che, a mio parere, abbiamo il dono di gestirlo a meraviglia, i problemi sono arrivati perche' quello che è mancato nell'ambito delle relazioni e della famiglia, non è stato possibile sostituirlo con niente.
    E non so se sarà mai possibile. E' vero che il potere ce l'hanno le donne ma occorre essere (ancora noi consapevoli) del limite che hanno gli uomini che abbiamo al nostro fianco. Noi abbiamo deciso di cambiare le cose ( stanche di posizioni come "quel vi sarà dato") e lo stiamo facendo ma i risultati non mi sembrano soddisfacenti, non solo a livello personale, ma sociale. Ed allora forse dovremo fermarci ancora su quelli che chiamiamo "luoghi comuni" che così capiti non mi sembrano affatto.
    Alla domanda "perche' mai una donna dovrebbe essere esente da ricatti mafiosi…ecc" penso che ora non siamo pronte affatto, come non lo sono gli uomini, in quanto occupate a soffermarci su questioni uomini/donne, rivalita', insoddisfazine del proprio ruolo.
    E' un lavoro che deve essere fatto in quanto persone, e, secondo lavorando insieme, comunicando con consapevolezza.
    Forse un giorno….

  29. Le quote rosa si vede che fine fanno.
    A parte questo, mi sa tanto di regola fatta "controvoglia", una specie di forzatura nel rispettarla…come per dire.."ce le metto perchè ce le devo mettere, sennò sembriamo i soliti maschilisti".
    E' tutto inutile! Se una donna volesse dare una mano al nostro Paese, lo farebbe. Non tutte sono disposte a fare politica ai piani alti. Se la quota rosa non è stata raggiunta, è inutile mettere ai posti "riservati a donne volenterose" altre donne giusto per "presenza" (fermiamoci qui).
    Non voglio dire assolutamente che non ci sono donne valorose in politica, solo che se sono poche amen, è sempre meglio poche ma buone.
    Se vogliono nominare ministri dei cantanti senza lode nè infamia (non me ne voglia la Zanicchi) hanno i poteri per farlo.
    Il problema è quando scartano le meritevoli per le ballerine di can can.
    Qualità, non numero.

  30. Ho dimenticato due cose:

    Una:le donne ne sanno una più del diavolo, l'idea che possano combattere la criminalità organizzata non è male.

    Due:pure tu saresti stata bene con la faccia da pagliaccio…quel cappello stava a fagiuolo! =)))

  31. Non tifo per le quote rosa "legalizzate".
    Vivessimo in un Paese che rispetta la Costituzione non ci sarebbe bisogno di nessuna quota. 
    Solo applicando il metodo della meritocrazia, non staremmo a discuterne.
    Le donne sanno gestire bene quanto gli uomini.
    Forse soffrono ancora di un complesso di inferiorità, altrimenti per ottenere qualcosa non starebbero lì a sculettare tanto.
    Ti consta che le donne votino per le donne? …. a me no.

  32. …. è partito il clicco!!!!

    domme e malavita organizzata? spesso è in mano loro, sono l' eminenza grigia!

  33.  Grazie, amiche e amici. Adesso ho molti più dubbi… Sono più ricca.
    Buonanotte! A domani

  34. le quote rosa sono un'opportunitè ed allo stesso tempo una discriminazione

    dal mio punto di vista la regola vale tanto per gli uomini quanto per le donne
    famiglia e carriera non vanno d'accordo

    quindi:
    non si può pretendere di sedersi su poltrone ai vertici (politici o aziendali che siano) e poi pensare di avere un contratto part-time, 9 mesi di aspettativa o cose del genere … è una questione di responsabilità.
    i veri manager di successo sono sempre reperibili … poco o tanto lavorano anche quando sono in vacanza.

    se tagli una foglia o un ramo ad un albero quello sta in piedi lo stesso … se tagli il tronco … no.

  35. nn dovrebbero esserci quote rosa… la presenza delle donne dorvebbe essere la normalità senza nessun tipo di quota…
    e il primo sbaglio nel tempo è stato sempre delle donne votando uomini invece che donne…
    se le donne votassero donne… tutti quegli uomini in parlamento nn ci sarebbero…

  36. Prima una considerazione sui luoghi comuni: non sono contrario ,per principio… ai luoghi comuni (come li chiami tu). Se penso una cosa, la dico… anche se è un luogo comune. Semmai… "luogo comune" sta ad indicare che in molti sono d'accordo. Non credo possa essere considerato un problema, questo.
    Ciò detto… torno ad esprimere quella che è la mia convinzione (triste… ma è quella): una persona perbene (ossia che non sia disposta a "do ut des") non ci arriva nemmeno, ad una carica appena significativa. E questo anche se è donna.
    Al limite… potrà diventare consigliere comunale… forse. Purtroppo il Paese non solo non è fatto per le donne, ma nemmeno per le persone oneste.

  37.  Perdonatemi se non rispondo ai singoli commenti;
    li ho letti e riletti con attenzione, vi ho trovato di che ragionare, anche al di fuori da questo spazio;
    spero che anche per voi e tra voi sia stato uno scambio utile;
    nanna  

  38. DIAK, giovani intelligenti, di buon senso, aperti/e al dialogo magari ci si metterebbero; è che non sono troppo rappresentativi/e, non credi?
    EGLE, hai ragione. Che ognuno faccia la cosa per cui si sente più portato, è una grande garanzia di benessere sociale.
    Vero è che l'emancipazione dal ruolo prettamente femminile è avvenuto col bisogno di mano d'opera femminile. E probabilmente così succederà anche nell'Islam, qualdo il burqua sarà d'impaccio sul lavoro.
    Meditiamo su questo, sennò rischiamo di far nostri bisogni che nostri non sono, o lo sono in modalità diverse. Io nel mio, tu nel tuo, lei nel suo; solo allora diventerà nostro. E crediamo nelle nuove generazioni.
    Lyo, poche ma buone è un inizio importante, vedi sopra.
    Ps: Grazie! Mi han semre detto che io HO la faccia da pagliaccio!

  39. JOUY, le donne che non votano le donne…  dice tutto. Ma è tutto legato.
    Partiamo dalla scuola: a te risulta che si studi la Costituzione?
    X le mafie: vero, anche se non c'entra con la 'ricattabilità'. Forse… Aspetta che ci penso meglio.
    ZAAG, che potrei aggiungere? Non fa una grinza anzi, una crepa.
    SMILE,  vero. Ma ribalto Zaag: sono una discriminazione, ma anche un'opportunità.

  40. Brum, questa delle 'persone per bene' cambierà, magari noi non lo vedremo, ma cambierà. Per poi ricominciare ad inquinarsi, probabilmente. Ma si prova.
    Grazie per la considerazione sui luoghi comuni; mi fido di quelli che non si sentono in dovere di esser originali per forza.
    Pip, ho degli esempi di piccoli comuni con giunta di un colore e sindaco di un altro in cui la collaborazione andava a solo vantaggio dei cittadini elettori. Si trattava di sindaci DONNE. Eran Cinisello, Monza, alcuni paesi della Brianza. Parlo al passato perché non so come si sono evolute queste realtà politiche.Tutte piccole realtà, comunque, dove gli elettori erano persone e non numeri. Ma qualcosa vorrà pur dire..

  41. che belle le foto. Bello quando si trovano i visi e i sorrisi.
    Passo non tanto spesso ma controllo che ci siamo.
    Del parlamento e della politica ne ho piene le tasche.
    Vado a farmi una doccia.
    Rosi

  42.  

    JOUY, ho sentito anche io che ci sono eminenze grige donne. Un mondo fortemente maschilista, anzi, no: patriarcale in cui i ruoli non sono stati messi in discussione (mi ricollego un po' audacemente al commento di Egle) può permettersi o forse deve tenere in maggior considerazione le donne che non sgarrano, i picciotti che non sgarrano, o mancano di rispetto, ecc.  Ma anche la onorata società sta cambiando: è diventata una società imprenditoriale, le contraddizioni tra la criminalità rispettabile e quella che spara mettono a repentaglio quest'equilibrio. Ieri in tv sentivo raccontare di ragazzini, figli di camorristi, che dovevano imparare a sparare a causa di impreviste faide, e per 'superare' la prova si trovavano a dover far fuori uomini dell'organizzazione stessa, amici, e le madri che si opponevano (o meglio, si preoccupavano) e così via.
    E tutto ciò si ripercuote, per dirne una, sul budget della scuola pubblica… sulla sanità..sulla nostra borsa della spesa… nel senso di qualità di vita.
     E noi a parlar di costituzione!
    Ma che altra possibilità abbiamo?
    O segretamente  ci sognamo le BR?

      

  43. ciao Lillina mia…. ci sono anch'io e prima di raccontarti un aneddoto carino , vorrei fare un copia e incolla che ho letto.
     " le quote rosa sarebbero un tentativo di far abituare le donne a votare sé stesse, nobile intento, ma in contrasto con il riconoscimento della loro capacità di intendere e di volere"  e non dico altro  ,,, mentre questo e' un raccontino di carnevale…. che tempo fa festeggiavo, e non proprio piccola piccola..
    Piazza duomo la sera di sabato .. io vestita da indianina con tanto di trecce , gile' con frange ,idem gli stivali , segni colorati da guerra e naturalmete l'arco.
    mia sorella si era costruita una bellissima maschera da pesce .. in cartapesta , davvero bella… solo che in piazza i complimenti erano tutti rivolti verso me. mentre a lei davano del pesce lesso … nonostante sia carina .. ma sotto la maschera.. ci era rimasta moooolto male !!
    senti .. colgo l'occasione dato che oggi e' l'8 marzo per regalare a te e ha tutte le donne del tuo blog ,  dei fiori .. magari delle margherite , bianche  e semplici che adoro .. e che la lotta continui .. !
    baci nubechecorre

  44. ..e in quanto pesce doveva pure stare muta!!!
    Grazie del tuo passaggio quasi primaverile NUBE, alla prox!!

  45. Sai che adesso si stanno inventando di detassare i redditi di lavoro dipendenti -donne? Aliquote rosa meglio delle quote rosa? Questo violerebbe il principio di capacita' contributiva e forse anche la Costituzione. Mi informero' meglio e poi magari ci scrivo qualcosa.

  46. EGLE, pensavo ieri ai redditi inferiori, a parità di lavoro…
    altro che quote rosa.
    Allora, ti aspetto..

  47. Provarci è sempre lecito, giusto e doveroso. Mai perdere le speranze, certo.

I commenti sono chiusi.